Fare internet

E' come il lego, più pezzi ho più sono allegro
Seguci su Facebook Seguici su Twitter Iscrivita ai nostri Feed      Mandaci una mail

HTML fondamenti I: L’ipertesto e i tag

Scritto da Fare-internet il 13 ottobre 2010 condividi condividi

HTML
L’HTML è linguaggio utilizzato per la formattazione delle pagine web, ossia per struttrare posizionare le informazioni che vogliamo inserire in una pagina (ad esempio testi ed immagini)

HTML sta pre HyperText Mark-up Language, che potremmo tradurre in italiano Linguaggio a marcatori per ipertesti.

Quindi l’HTML è il linguaggio che consente la strutturazione degli ipertesti, per quando “ipertesto” sembri una parolona in realtà sta ad indicare quei testi in cui la lettura può non essere sequenziale a causa dell’inserimento di collegamenti (o link) che ci cosnsentono di saltare da una parte all’altra.

Per chiarire meglio facciamo l’esempio del libro, se noi ne stiamo leggendo uno ci muoviamo sequenzialmente da una pagina all’altra, cioè leggiamo pagina 1, poi la due e così via, in un ipertesto possiamo tramite i collegamenti tralasciare parti intere di testo e muoverci come meglio crediamo (o meglio come i link ci consentono).

Ci resta da chiarire cosa sono i marcatori, più comunemente indicati come tag.
In prima analisi possiamo dire che i tag non sono altro che degli “assegnatori di proprietà”, ossia quello che è contenuto all’interno di un tag eredita le proprietà del tag stesso. Questa è ovviamente un’approssimazione ma per ora ci può star bene.

I tag hanno questa forma:
<tag> Contenuto </tag>

Il primo (<tag>) è il tag di apretura, mentre quello con lo “/” è il tag di chiusura.
Come si vedrà nella maggior parte dei casi i tag sono composti da coppie, quello che è compreso tra il tag aperto e quello chiuso eredita, come si diceva sopra, le caratteristiche definite per il tag.

Nel tag di apertura è possibile aggiungere gli attributi. Gli attributi hanno la forma nome=”valore”, ad esempio si potrebbe scrivere:

<tag attr1=”val1″ attr2=”val2″ attr3=”val3″ > Contenuto </tag>

Come si vede dall’esempio gli attributi possono anache essere più di uno.

Inoltre i tag possono essere annidati, cioè messi uno dentro l’altro, seguendo la regola che l’utlimo che ho aperto è il primo da chiudere (come le parentesi in matematica).

Esempio:
Corretto -> <tag> <tag2> Contenuto </tag2> </tag>
Sbagliato -> <tag> <tag2> Contenuto </tag> </tag2>

Nell’HTML i tag e gli attributi per il singolo tag sono definiti dal linguaggio stesso, quindi impare l’HTML consisterà come prima cosa nell’apprendimento dei tag, delle loro funzioni e di come strutturarli correttamente.

Tag: ,  

Twitter